FF3D

Intervista a Stefano Sironi Middle Manager area sviluppo FF3D

Condividi:

L’intervista di oggi ha come protagonista Stefano Sironi, il “primo” in FF3D. La nostra collaborazione ha avuto inizio nel lontano maggio 2008 e proprio in questi giorni festeggiamo, insieme, il nostro 14° anniversario.

Il sostantivo maschile di “anniversario” recita: Ricorrenza annuale di un avvenimento ritenuto di particolare importanza”. Ed è assolutamente così per noi di FF3D. Con Stefano abbiamo condiviso ogni momento di vita e crescita aziendale: desideri,  passioni, obiettivi, sfide.

In  Azienda non amiamo il termine dipendente, in FF3D non esistono “dipendenti”. Esistono collaboratori che lavorano all’unisono per raggiungere, tutti insieme, gli obiettivi concordati. Questo fa di FF3D una grande famiglia ed oggi siamo felici di lasciare la parola a colui che, insieme ai due fondatori Paolo e Domenico, ha dato vita a questa splendida avventura.

Stefano Sironi middle manager area sviluppo FF3D

Stefano Sironi

Proprio in questi giorni di maggio 2022, è scoccato il mio 14esimo anno in FF3D! Una bella fetta di vita!

Ricordo sempre con piacere il periodo in cui arrivai in FF3D. Ero un ragazzino alle prime armi e mi approciavo per la prima volta a questo sconosciuto mondo dell’informatica.

Arrivavo da un periodo di cambiamenti, in cerca di qualcosa di stimolante e inviai tanti curriculum. Uno di questi era destinato ad un misterioso ing. Sala che insieme all’ing. Bugada mi invitarono ad un colloquio. 

Così iniziò la mia nuova avventura. FF3D era giovane ed io ero il primo dipendente.

Ho visto l’azienda crescere letteralmente davanti ai miei occhi e posso dire di essere cresciuto professionalmente con essa. Ricordo i primissimi tempi quando eravamo solo io, Paolo e Domenico e la sede di lavoro era situata in un seminterrato. Con il tempo sono arrivati nuovi colleghi, nuovi lavori, progetti molto interessanti….poi ci siamo spostati in un ufficio più grande e soprattuto più luminoso e FF3D si è strutturata.

Sono partito da semplice apprendista giorno dopo giorno ho appreso tantissimo. Nell’ultimo periodo, dopo tanti anni da sviluppatore, mi è stata data l’opportunità di affrontare nuove sfide, il management. Mi interfaccio di più con i clienti e gestisco anche un team di lavoro.

Il progetto che indubbiamente ha segnato profondamente il mio percorso in azienda è quello del “Trasporto Pazienti”. Partito come un portale web molto semplice e con poche funzionalità ad hoc per un singolo ospedale, è diventato un piccolo universo costellato da numerose integrazioni con sistemi esterni e funzionalità web e mobile. 

Vedere il suo utilizzo direttamente sul campo mi ha reso fiero del mio lavoro: ho potuto toccare con mano quanto questo prodotto costituisca uno strumento indispensabile per diversi grandi ospedali italiani.

Il nostro mestiere è sempre stimolante, ogni giornata inizia con situazioni nuove e sfide sempre diverse. Possono capitare anche momenti di stress che stimolano le capacità organizzative, che sfrutto anche nella vita privata.

Il ruolo che ricopro attualmente è di middle manager. Vorrei diventare sempre più affidabile e un punto di riferimento per i clienti e i colleghi con cui lavorerò. Il mio impegno quotidiano va in questa direzione.

Anche miei colleghi hanno contribuito alla mia crescita professionale. Ciò che mi lega a ciascuno di loro è sempre un rapporto di stima e in qualche caso anche di amicizia che va oltre il lavoro.

Ho giocato per molti anni a calcio e per molto tempo è stata la mia fonte naturale di svago e di ricarica mentale. Ora sono passato ad altri sport come il jogging o la bici. 

Amo viaggiare. Appena posso vado nella mia casa in Liguria. Qui mi dedico ad una attività rilassante: la pesca.

Spesso potrete vedermi con la “testa tra le nuvole”:  sono infatti un appassionato di meteorologia e mi piace osservare ed informarmi sui fenomeni che avvengono nel cielo, specie quelli più estremi.

Sono tanti i momenti belli e memorabili passati con i colleghi di FF3D. Le giornate annuali di team building, le cene natalizie, le partite a calcetto e a calcio balilla…. hanno sempre qualcosa di speciale. 

Leggi anche:

VUOI SAPERNE DI PIÙ

Torna su